3713002944 Chat on-line
Acne da mascherina: come sbarazzarsi della Maskne

Indossare tante ore la mascherina è fondamentale per proteggersi dal COVID-19 ma a risentirne maggiormente è proprio la nostra pelle. Tanti di noi avranno notato la comparsa o la ricomparsa di piccoli foruncoli o imperfezioni sul viso oppure al contrario una pelle molto secca e disidratata a causa della mascherina indossata per molte ore della giornata. Maskne è il termine che è stato coniato recentemente per definire questa problematica e nasce proprio dall’unione di due termini Mascherina+Acne quindi un acne causata dalla mascherina stessa. Non si tratta in realtà di vera e propria acne ma è più un processo di infiammazione dovuto al fatto che la mascherina, se ben indossata, non lascia traspirare bene la pelle causando infiammazione e irritazione che possono diventare anche profondi. Scopriamo insieme come prevenire e curare la Maskne con una corretta skincare quotidiana ed un corretto utilizzo delle mascherine.

Maskne o acne da mascherina: cos'è e come riconoscerla

Maskne è un termine che si utilizza per indicare il presentarsi o l’aggravarsi di problematiche cutanee in associazione all’utilizzo della mascherine. In particolare si riscontra la comparsa di brufoletti bianchi, eruzioni acneiche, punti neri, rossore e prurito nelle aree del viso coperte dalla mascherina protettiva. In caso di pelle sensibile o reattiva si può inoltre riscontrare irritazione, rash cutaneo o abrasioni di minima entità. Queste problematiche tendono a manifestarsi soprattutto sulle guance, sul mento e sul contorno labbra e naso.

A cosa è dovuta la Maskne?

Indossare tutto il giorno la mascherina sottopone la nostra pelle a un doppio stress: la mancanza di una corretta traspirazione e lo sfregamento con il materiale con cui è realizzata la mascherina. Questo porta ad un cambiamento del microbiota cutaneo, fondamentale e determinante per l’equilibrio e il benessere della nostra pelle. Questo squilibrio del microbiota, dovuta alla proliferazione di batteri, insieme allo sfregamento della mascherina può causare la comparsa di imperfezioni, la formazione di punti neri e foruncoli, e anche alla comparsa di infiammazioni.

Maskne: come prevenirla e curarla

Una corretta skincare quotidiana è fondamentale per curare e prevenire la Maskne, sia prima che dopo aver indossaro la mascherina. Come per l’acne l’importante è seguire una routine che sia efficace contro le impurità ma allo stesso tempo risulti delicata e mai troppo aggressiva. Sembra difficile ma in realtà non lo è affatto, bastano pochi semplici accorgimenti. Detergere la pelle due volte al giorno, prima di indossare la mascherina, e la sera per rimuovere impurità e batteri che si formano durante la giornata. Scegliere sempre prodotti delicati e mai troppo aggressivi, altrimenti si rischia solamente di peggiorare lo stato di infiammazione della pelle. Applicare poi un tonico senza alcool per un’azione purificante e asettica nelle zone più colpite dalle imperfezioni. Infine mai rinunciare all’idratazione, scegliendo eventualmente prodotti diversi per le varie aree del viso: prediligere un prodotto dalla texture meno ricca nelle zone soggette a Maskne e prodotti più nutrienti e dalla texture ricca ed avvolgente per le parti che tendono a seccarsi.

Maskne: l’importanza della detersione

Lo step fondamentale della skincare di una pelle soggetta ad imperferzioni è proprio la detersione. Spesso si pensa, erroneamente, che i prodotti più aggressivi siano maggiormente efficaci, ma non è così.
Si all’esfoliazione ma sempre delicata.
Si allo scrub ma mai più di una o al massimo due volte alla settimana.
Si alle maschere purificanti una o due volte alla settimana ma solamente nelle aree soggette ad imperfezioni, meglio scegliere una maschera lenitiva o idratante se la pelle presenta irritazioni o secchezza.
Parola d’ordine: delicatezza!

Maskne: consigli pratici

Utilizzare sempre una mascherina pulita: riutilizzare la stessa mascherina per più giorni non solo non è corretto per proteggerci dal COVID-19 ma fa male anche alla nostra pelle. La mascherina va cambiata ogni giorno, in caso di dispositivi di protezione lavabili o in tessuto è consigliabile lavarli dopo ogni utilizzo prima di reindossarli.
Corretta skincare: fondamentale per mantenere l’equilibrio del microbiota della pelle e prevenire la comparsa di brufoli e imperfezioni.
Non schiacciare brufoli e punti neri: non solo schiacciandoli si possono provocare cicatrici profonde e spesso permanenti ma la forza impressa con le dita o con le unghie sui tessuti già infiammati potrebbe favorire il propagarsi delle eruzioni cutanee ad altre parti del viso.
Non toccarsi il viso: evitare di toccare il viso durante il giorno è fondamentale, infatti lo sfregamento di comedoni e foruncoli può causare l’insorgenza di altre eruzioni. Se si ha necessità di toccare il viso, anche per indossare la mascherina, lavare ed igienizzare sempre bene le mani.