Fermenti lattici: come sceglierli?

La salute dell'intestino è fondamentale per il benessere di tutto il corpo. Dal suo lavoro dipende il funzionamento di molte attività del nostro organismo ed il modo migliore per prendersene cura è l'integrazione dei fermenti lattici. Ma come scegliere quali sono quelli giusti per noi?

In commercio esistono tantissimi integratori di fermenti lattici e spesso non riusciamo a capire la differenza tra di loro. E' necessario prestare attenzione alla loro formulazione, ai loro componenti e al tipo di fermenti lattici vivi che ne fa parte.

Fermenti lattici e benessere intestinale

La funzionalità della nostra flora intestinale si regge su un delicatissimo equilibrio tra le centinaia di specie di batteri buoni. L'equilibrio tra i batteri buoni è utile per promuovere una corretta regolarità intestinale e per difendere l'organismo dal rischio di infezioni e aggressioni da agenti patogeni.
La stabilità della flora batterica intestinale può essere alterata da molteplici fattori che rendono necessaria l’integrazione di fermenti lattici:

  • assunzione di farmaci o antibiotici
  • situazioni di forte stress,
  • alimentazione non equilibrata.

A cosa servono i fermenti lattici?

I fermenti lattici sono i batteri in grado di produrre acido lattico partendo dalla fermentazione del lattosio, il principale zucchero presente nel latte. Sin dall'antichità questi batteri venivano sfruttati per conservare il latte promuovendo la sua trasformazione in formaggio. I fermenti di distinguono in probiotici e prebiotici, due ceppi simili ma che svolgono funzioni diverse all'interno dell'intestino.

Fermenti lattici probiotici

I probiotici sono batteri o lieviti fisiologici, che fanno già parte dell’intestino, e che, se consumati nelle giuste dosi, riescono a superare indenni la barriera acida dello stomaco e arrivare vivi nell’intestino. I probiotici sono microorganismi vivi o vitali che arricchiscono la flora batterica intestinale portando un effetto positivo sulla salute:

  • contribuiscono a migliorare la funzionalità del colon
  • stimolano la produzione di vitamine
  • proteggono l’intestino dall’aggressione di batteri nocivi
  • creano un ambiente sfavorevole alla loro proliferazione.

Nella categoria dei probiotici troviamo: Lactobacillus casei, L. acidophiluss, Bifidobacterium lactis, Streptococcus thermophilus.

Fermenti lattici prebiotici

I prebiotici favoriscono la vita e la proliferazione dei batteri buoni che abitano il nostro intestino nutrendoli e permettendogli di svolgere il loro lavoro e contribuendo così al mantenimento dell’equilibrio tra le varie specie di batteri che compongono la flora intestinale. I prebiotici possono lavorare in sinergia con i probiotici e favorire così un'azione simbiotica all'interno dell'intestino.

Quando prendere i fermenti lattici:

  • Fermenti lattici e antibiotico: Gli antibiotici sono farmaci creati per eliminare i batteri, ed è per questo che la terapia antibiotica influisce negativamente sull'equilibrio della flora batterica intestinale e causa spesso un effetto collaterale la diarrea. Assumere probiotici che siano in grado di resistere all’antibiotico è la scelta migliore per riequilibrare velocemente la flora intestinale. In questo caso è meglio scegliere i fermenti lattici probiotici derivati dai lieviti (come ad es. il Saccharomyches boulardii) o i lactobacilli che risultano particolarmente efficaci in associazione con la terapia antibiotica
  • Fermenti lattici per la diarrea: Comprendere il motivo della diarrea è il primo passo per arrivare alla scelta dei fermenti lattici adatti a risolvere il problema. La diarrea può infatti dipendere da molteplici fattori ed è necessario rivolgersi al proprio medico per scegliere il metodo migliore per trattarla. Molto spesso si raccomanda l’utilizzo di un integratore di probiotici polivalente, che comprenda al suo interno specie di batteri diverse per ampliare così il suo raggio d'azione. Anche in questo caso risultano molto efficaci i Lactobacilli, soprattutto se gli episodi di diarrea sono associati all’assunzione di farmaci antibiotici.
  • Fermenti lattici per colon irritabile: Nel caso di sindrome da Colon Irritabile sono consigliabili i Bifidobatteri, probiotici utili quando i disturbi gastrointestinali non sono causati da infezioni, virus, farmaci ne da altri fattori esterni. In questi casi possono essere utili degli integratori com il Kijimea Colon Irritabile e Kijimea Colon Irritabile Pro. La loro composizione a base di un nuovo ceppo di bifidobatteri agisce in modo mirato sulle parti danneggiate della parete intestinale e vi aderisce come se fosse un cerotto promuovendo così la guarigione.
  • Fermenti lattici e difese immunitarie: La salute della flora batterica, è fondamentale in quanto aiuta a prevenire la colonizzazione dell’intestino da parte di batteri patogeni. Le difese immunitarie dell'organismo risiedono per circa il 70% nel nostro intestino ed è per questo che la sua salute è necessaria per garantire uno scudo efficace contro l’attacco di virus e batteri. I probiotici sono particolarmente utili per controllare la risposta immunitaria e infiammatoria.
Product added to wishlist